Avis Liguria

“Da quest’anno va di moda il giallo. Distinguiti, dona il plasma”

Quasi 4 italiani su 5 (il 79% della popolazione secondo il sondaggio Ipsos) non conoscono bene la differenza tra donazione di sangue intero e donazione di plasma. È uno dei dati principali emersi dal sondaggio che AVIS ha commissionato a IPSOS per lanciare oggi a Milano la prima campagna nazionale per la promozione della donazione del plasma. Attraverso un linguaggio visivo legato al mondo della moda, dell’eleganza, del design, dell’arte e della cucina, la campagna punta a presentare la donazione come un gesto di tendenza. Filo conduttore è il giallo, colore del plasma ed elemento cromatico che “fa la differenza”, rendendo uniche e speciali tutte le situazioni in cui compare. A sottolineare la percezione del dono come un’espressione di stile e contemporaneità è appunto il claim scelto: “Da quest’anno va di moda il giallo. Distinguiti, dona il plasma”. «Questa campagna – spiega il presidente di AVIS Nazionale, Gianpietro Briola – è la prima nel suo genere in Italia e punta a ricordare a tutti, donatori e non donatori, quanto sia importante per il nostro sistema trasfusionale e i nostri pazienti la donazione di plasma. Abbiamo bisogno di sempre più volontari, complice anche il calo demografico, ma necessitiamo soprattutto di donazioni programmate e pianificate, che vadano realmente incontro ai bisogni trasfusionali dei nostri ammalati». La campagna comprende uno spot tv e radio, nelle versioni da 30 e 15 secondi, e 5 scatti fotografici disponibili in diverse varianti (manifesti 70x100, 50x70, A4, copertine e immagini per social). Nata prendendo spunto da una campagna regionale di Avis Marche del 2014, “Distinguiti, dona il plasma” è stata ideato dall’agenzia Damco e curata dalla casa di produzione Withstand. All’evento di presentazione erano presenti ospiti del mondo trasfusionale e del volontariato, Roberto Bernocchi (Pubblicità Progresso) e Claudia Firenze (responsabile progetti comunicazione AVIS Nazionale). Testimonial d’eccezione della serata è stato Daniele Cassioli, pluricampione di sci nautico per disabili.

IL SONDAGGIO AVIS-IPSOS: I DATI PRINCIPALI Condotto nel mese di ottobre con metodologia CAWI (computer web assisted interview) su un campione di 800 persone rappresentativo della popolazione italiana, il sondaggio ha indagato alcune conoscenze degli italiani in tema di donazione di sangue, plasma e di AVIS. Oltre i 2/3 degli italiani (69%) associano in prima battuta la parola plasma al mondo del sangue, rispetto ad altri mondi (televisione, energia,etc.). Elevata la percentuale di risposte che collegano la donazione di sangue più ad aspetti sociali e solidali che non puramente medici: per il 44% degli italiani si tratta di un dovere sociale e di un gesto di solidarietà e altruismo, mentre per un altro 42% è un gesto che nasce dalla consapevolezza che il sangue non si fabbrica in laboratorio. Rispetto alla donazione di plasma, quasi 4 italiani su 5 (il 79%) non è ben consapevole delle differenze tra donazione di sangue intero e plasma, mentre il restante 21% afferma di conoscere abbastanza bene le differenze mediche tra le due pratiche. C’è poi un 36% per cento di italiani che è abbastanza convinto di prenderla in considerazione per il futuro, un’analoga percentuale che non lo farà mai e una parte significativa (28%) che non sa dare una risposta precisa. Per quanto riguarda i motivi che ostacolano l’idea di diventare donatori di plasma, i problemi di salute (54%) hanno il sopravvento su una sensazione di paura (22%), sul non averci mai pensato prima (12%) e sulla mancanza di tempo (8%). Il senso di paura per gli aghi è prevalente nella fascia dei più giovani (18-34 anni), mentre le problematiche di salute incidono soprattutto sulle donne e su chi ha tra i 45 e i 60 anni. Un’ulteriore domanda ha riguardato la notorietà di AVIS tra la popolazione. L’81% degli italiani afferma di conoscere bene o molto bene il brand dell’Associazione, mentre un 18% dichiara di averla sentita nominare qualche volta e solo l’1% di non conoscerla affatto.

CHE COS’È IL PLASMA? Il plasma è la parte liquida del sangue di colore giallo. È costituito prevalentemente da acqua, nella quale sono trasportate molte sostanze quali proteine, zuccheri, grassi, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi e fattori della coagulazione. Da questo prezioso elemento è possibile ottenere dei veri e propri farmaci: fattori per la cura dell'emofilia, le immunoglobuline (come quelle anti tetano) e l’albumina, impiegata in alcune patologie del fegato e dei reni.

PERCHÉ È IMPORTANTE DONARE IL PLASMA? Ogni anno più di 800mila kg di plasma vengono inviati alle aziende farmaceutiche per la produzione di medicinali insostituibili nella cura di molte malattie. Poiché il fabbisogno nazionale rende necessario importare dall’estero alcune scorte di tali farmaci, è fondamentale incrementare il numero di donatori e di donazioni, come indicato anche dal primo programma nazionale plasma 2016-2020.

 

Formazione Accoglienza del Donatore

Formazione ACCOGLIENZA del Donatore

Sabato 17/11/2018
C/O AVIS PROVINCIALE GENOVA
CORSO EUROPA, 183 GENOVA

Sabato 24/11/2018
C/O CESAVO
VIA NIZZA, 10A SAVONA

Sabato 01/12/2018
C/O AVIS PROVINCIALE LA SPEZIA
VIA C. CASELLI, 19 LA SPEZIA

Sabato 15/12/2018
C/O S.M.S. FRATELLANZA LEGINESE - MILLELUCI
VIA CHIABRERA, 4 SAVONA

Programma

09.30 Accreditamento e registrazione

10.00 Apertura corso: Saluti e introduzione

10.10 Esercitazione di apertura

10.50 Coffee Break

11.30 Lezione frontale—l’accoglienza del Donatore

13.00 Pausa pranzo

13.45 Esercitazione su empatia e comunicazione

14.30 Lezione frontale—Come valutare la gestione dell’accoglienza, quali indicatori usare e l’analisi dei dati

16.15 Coffee Break

16.25 Esercitazione di chiusura

16.55 Sintesi, valutazione e chiusura del corso

17.00 Fine lavori

 

Ricorda di portare con te lo smartphone – lo useremo durante la giornata di formazione

Installa queste due applicazioni gratuite, disponibili su Google Play Store per Android e su Apple Store per iOS

  • Kahoot!
  • Un qualsiasi lettore di codici QR

Puoi scaricali dai seguenti link:

Kahoot! Per Android     qui

Kahoot! Per iOS           qui

Lettore QR android      qui

Lettore QR Apple        non necessario alcun software, è già installato

 

Allegati:
Scarica questo file (FormazioneAVISLiguriaAccoglienza2018_2ed.pdf)Pieghevole Formazione Accoglienza[Pieghevole Formazione Accoglienza]675 kB

Servizio Civile 2018/2019: Giovani con AVIS in Liguria

Servizio Civile AVIS 2018/2'019

È stato pubblicato il 20 agosto il Bando nazionale per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale in Italia e all’estero.
Per il progetto "Giovani con AVIS in Liguria" sono disponibili n. 21 posti suddivisi sulle 9 sedi accreditate in regione:
- Comunale Alassio 1
Comunale Albenga 1
Comunale Arcola 3
Comunale Chiavari 1
Comunale Portovenere 1
Comunale Sarzana 2
Comunale Savona 2
Provinciale La Spezia 8
Provinciale Savona 2
Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione per tutti i progetti è il 28 settembre 2018.
Per procedere direttamente alla presentazione della candidatura è sufficiente cliccare al seguente link e seguire le istruzioni indicate.
Attenzione: una volta completata la compilazione dei moduli online, i candidati ne riceveranno via mail una copia in formato pdf che dovrà essere stampata e inviata con le seguenti modalità:
– Mezzo raccomandata A/R indirizzata ad AVIS Nazionale, Viale Enrico Forlanini 23 20134 – Milano
– Oppure via PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
– Oppure tramite consegna a mano direttamente nella sede di AVIS Nazionale
La candidatura deve essere inviata entro e non oltre il 28 settembre *.
* ore 18 se consegnata a mano presso la sede di AVIS NAZIONALE
Cause di esclusione dal bando sono:
– La mancanza di requisiti previsti
– La mancata sottoscrizione e/o la presentazione della domanda fuori termini
– La presentazione di più candidature su progetti diversi
Si raccomanda di prestare molta attenzione ai requisiti e alle condizioni di ammissione riportate sul testo scaricabile nella homepage del sito www.serviziocivile.gov.it.
Gli aspiranti volontari sono tenuti ad informarsi su modalità, tempi e luoghi di selezione che si terranno subito dopo la chiusura del bando e che saranno comunicati tempestivamente su questo sito e sui nostri social.
Per consultare l’informativa Privacy ai sensi al GDPR n. 679/2016 clicca qui.
Le selezioni avverranno secondo i criteri depositati e approvati dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile, disponibili in fondo a questa pagina.
Vi invitiamo a consultare periodicamente il nostro sito per avere aggiornamenti in tempo reale.

POTETE CONTATTARE DIRETTAMENTE L'AVIS DI RIFERIMENTO PER ULTERIORI INFORMAZIONI OPPURE SCRIVERE A: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. OPPURE  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:
Scarica questo file (Criteri Selezione Candidati.pdf)Criteri Selezione Candidati[Criteri Selezione Candidati]210 kB
Scarica questo file (Giovani con Avis in Liguria.pdf)Giovani con AVIS in Liguria[Giovani con AVIS in Liguria]760 kB

“Tuffati a donare”, un successo la giornata Avis al Parco acquatico Le Caravelle

Si è svolto sabato 14 luglio l’evento “Tuffati a donare” organizzato da AVIS Liguria presso il parco acquatico “Le Caravelle” di Ceriale (SV). Per un intero giorno il parco si è trasformato nel villaggio AVIS, con striscioni, manifesti, pupazzi gonfiabili, gazebi, tanti volontari e soprattutto molta voglia di promuovere con entusiasmo il messaggio della donazione di sangue.

Dopo un frizzante “acqua mob” lo spumeggiante Luca Galtieri, noto inviato di “Striscia la notizia”, a tempo di musica, ha dato il via ufficiale alla giornata ed il suo invito “Tuffati a donare” ha scatenato nella piscina il lancio di donatori, amici, pubblico e volontari vestiti con la simpatica maglietta dell’evento.

La musica del coinvolgente Nando Rizzo ha accompagnato tutto il resto della giornata facendo da splendida cornice a torneo di beach volley e giochi in piscina che hanno intrattenuto bambini ed adulti, mentre i Sanna Clown ed i Clown per Bene hanno simpaticamente coinvolto nel divertimento tutti i presenti non lasciando davvero nessuno all’asciutto... grazie anche alle pistole d’acqua.

Numerosi i frequentatori del parco che hanno approfittato dei 2 info-point per chiedere spiegazioni e consigli sulla donazione di sangue, sono inoltre stati raccolti dei questionari anonimi utili per capire meglio come coinvolgere maggiormente i giovani sulla donazione di sangue.

Un ringraziamento particolare va a Luca Galtieri e Nando Rizzo per la loro professionalità, ma soprattutto per la sensibilità ed amicizia, così come a Marina e a tutti i collaboratori del Parco Le Caravelle per la disponibilità ed il supporto.

Ma l’evento è stato possibile solo grazie a quasi un centinaio di volontari presenti da tutta la regione e dal coordinamento e supporto di una rete associativa che in tutta la Liguria conta ben 66 sedi, una vera forza, risorsa non solo dell’Associazione, ma di tutta la regione, della quale sostiene quasi la metà del fabbisogno di sangue.

A margine dell’evento il Presidente AVIS Regionale Liguria commenta: “L’invito tuffati a donare, culminato nell’evento di sabato, non esaurisce la spinta e la sollecitazione alla donazione di sangue, che deve essere costante in occasione della stagione estiva e comunque durante tutto l’arco dell’anno”.

Il bilancio della giornata è stato già valutato positivamente, non solo dal punto di vista dell’intrattenimento e divertimento, ma anche, e soprattutto, per le adesioni di nuovi donatori che si uniranno ad AVIS per continuare a dare sostegno al sistema sanitario ligure.

 

Guarda il video con la sintesi dell’evento qui

 

 

 

Sottocategorie